Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

E se ad un tratto salta la corrente?

Immaginate un ospedale in cui, a un certo punto della giornata, salta la corrente. Magari è giorno, e c’è il sole che filtra dalle finestre: ciò basta a illuminare camere e corsie, senza creare problemi ai degenti. In sala operatoria, però, la situazione è diversa: lì – direbbe l’equipaggio del’Apollo 13 – abbiamo un problema.

Capire che tipo di guaio sarebbe l’assenza di energia elettrica durante un’operazione chirurgica è tanto facile quanto è rassicurante sapere che da anni il problema è risolto. Lo dobbiamo ai gruppi di continuità, o UPS (Uninterruptible Power Supply, se stiamo all’acronimo inglese), apparecchiature per proteggere l’alimentazione elettrica da interruzioni.

L’esempio della sala operatoria è quello più immediato per illustrare cosa sia e cosa faccia un UPS. Tuttavia, per cogliere appieno l’importanza di avere strumenti il più possibile aggiornati dobbiamo guardare altrove, e in particolare al mondo dei Big Data.

Mantra degli ultimi anni – se ne parla ovunque -, tema caldo sul piano della quantità e della qualità dell’informazione, su quello delicatissimo della privacy, su quello complesso della loro gestione, i Big Data sono un terreno cruciale per lo sviluppo degli UPS.

Nel tempo le infrastrutture IT sono cambiate notevolmente, e tecnologie come la virtualizzazione consentono densità più elevate per i server. Si parla, in altre parole, di apparecchiature IT ad alta densità, strumenti che mettono a dura prova le capacità – appunto – di densità di alimentazione dei Data Center moderni, indipendentemente dalle loro dimensioni.

La conseguenza dell’uso di un sistema UPS non aggiornato è intuitiva: l’interruzione del servizio. Come in sala operatoria.

Anche gli UPS possono essere smart: ecco perché sceglierne uno di APC

Efficienza, design intelligente, risparmio e…

Smart UPS APCUna smart city che sia tale ha bisogno di tecnologia UPS evoluta. Non è un caso, quindi, che APC (Schneider Electric) abbia sviluppato una linea di strumenti chiamandoli, appunto, Smart UPS. In questa categoria figura poi una particolare serie di prodotti, gli Smart UPS On-Line, caratterizzati dalla tecnologia della doppia conversione e dalla possibilità di essere gestiti in rete tramite collegamento seriale, USB o Ethernet opzionale. La protezione dell’alimentazione è più sofisticata, e ciò può aiutare a stare al passo con i carichi IT più esigenti. Inoltre, i nuovo prodotti mostrano caratteristiche molto più adatte ai nuovi ambienti di lavoro. In particolare si tratta di quattro elementi, ognuno dei quali costituisce un buon motivo per avere uno di questi gruppi di continuità.

Un design efficiente per un risparmio economico

Il primo dei motivi potrebbe sembrare semplicemente estetico, riguardando il design. Tuttavia, l’efficienza nelle forme comporta altrettanta efficienza nel portafoglio. Gli ultimi modelli Smart-UPS On-Line sono basati su un design green (per il quale APC è in attesa di brevetto). Si tratta di una modalità che consente di bypassare le componenti elettriche non utilizzate per consentire all’UPS fino al 97% di efficienza senza alcun impatto sulla protezione. Il vantaggio è duplice: si riducono elettricità e costi, si contiene la necessità di raffreddamento facendo sì che componenti essenziali, come le batterie, possano durare di più.

 

Vederci meglio

La seconda ragione per passare a un UPS Smart è di tipo visivo. Parliamo dei display LCD integrati, flessibili e semplici da usare. Al punto che per configurare l’UPS si può anche lavorare sul display stesso, in alternativa al classico software da remoto. Per avere una miglior visualizzazione di ciò che si fa, il display delle unità convertibili Rack / Tower ruota fino a 90 gradi.


Basta indovinelli

Terza ragione: basta tirare a indovinare. Cosa c’entrino le previsioni con un gruppo di continuità è presto detto: le batterie. Capire quando è il caso di cambiarle non è semplice, e spesso ci si affida a calcoli empirici e non attendibili. APC ha quindi introdotto nell’ultima linea di  UPS Smart (unica sul mercato!) l’indicazione della data di sostituzione. Si tratta di una soluzione al momento esclusiva (non ce ne sono di analogo tipo sul mercato) e dinamica. Ovvero, la data si modifica in funzione delle fluttuazioni della temperatura, elemento che può influenzare il ciclo di vita della batteria.

Altra  funzione disponibile su questa linea di UPS è quella di ricarica delle batterie in base a necessità effettive, evitando così sovraccarichi e prolungandone ulteriormente la durata.

 

Rottamare!

Non pensate a slogan politici, ma alla quarta ragione per avere un UPS Smart. APC ha predisposto il programma il programma Trade-UPS, in base al quale  aggiornando il proprio vecchio UPS (indipendentemente da quale sia il poduttore) con un modello smart si può risparmiare fino al 25%. La «rottamazione» include le spese di spedizione e il corretto smaltimento delle vecchie unità.

Continuità: perché la Smart City non si ferma mai!

Condividi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

CONTENUTO SPONSORIZZATO

IN BREVE

 

CATEGORIA SMART

Smart Living

TECNOLOGIA

Uninterruptible Power Supply (UPS), software

DOVE ACQUISTARE LA SOLUZIONE

Sei un rivenditore di informatica?
Acquista la soluzione APC sulla piattaforma e-commerce Tech Data.

Se sei un utente finale,
visita il sito APC o rivolgiti al tuo rivenditore di fiducia.

Per maggiori informazioni, siamo a tua disposizione: contattaci

PER CHI

Per i cittadini, le grandi imprese, la Pubblica Amministrazione.

PER QUALI RIVENDITORI

Per rivenditori diretti alle grandi imprese, alle PMI, alla Pubblica Amministrazione, alle istituzioni, alle scuole, alle banche.

DOVE NELLA CITTA’

smart-city banca P.A. smart-city Ospedale smart-city smart-city Attività Commerciale Casa Aree Verdi
E ovunque ci siano dispositivi da proteggere