Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Tablet e lavagne interattive: il centro di un sapere condiviso

 

Una scuola al passo con i tempi, che parli la stessa lingua dei giovani, sia di supporto agli insegnanti e ottimizzi tempo e risorse dei genitori. Quello che sembrava soltanto un sogno sta diventando, giorno dopo giorno, una splendida realtà.

IMG_6027

Il ministro dell’Istruzione Stefania Giannini all’inaugurazione di una classe digitale Samsung all’interno del progetto di Corporate Citizenship Samsung Smart Future

La visione di Samsung

Da tempo, con impegno e determinazione, la multinazionale coreana ha creduto in un modo nuovo di vivere le lezioni, portando la tecnologia nelle aule scolastiche.

Anzi, facendola diventare parte inscindibile dalla stessa scuola, elemento vivo con cui confrontarsi per aprire scenari e possibilità finora inesplorate.

In Italia, in particolare, assistiamo a un processo di digitalizzazione inarrestabile: partito poco più che come una sperimentazione, è ora – con la «benedizione» del Ministero dell’istruzione – a rappresentare una realtà tutta da scrivere, leggere, imparare.

Ciò che più stupisce è la ventata di entusiasmo impressa alla scuola dalla svolta «smart», di cui Samsung è stata attore di primo piano. Dal 2013 al 2016, infatti, Samsung ha «convertito» al digitale oltre un centinaio di classi su tutto il territorio italiano. .

Il progetto ha coinvolto anche dieci ospedali che possono finalmente godere dei vantaggi di questo processo di cambiamento, destinato ad aiutare anche e soprattutto chi si trovi in difficoltà. Per esempio chi, a causa di una malattia, sia costretto a una degenza ospedaliera: a lui è così permesso di studiare come se fosse a scuola.

La lavagna interattiva

Uno dei prodotti-simbolo della rivoluzione tecnologica della didattica sono le e-board Samsung, lavagne interattive che aggiungono flessibilità ed elevati standard di apprendimento rispetto alle loro omologhe con gessetto e cancellino .

Un dato è certo: la soglia di attenzione degli studenti, con gli stimoli forniti da quello strumento, si alza poiché si esprime in lavori di gruppo realmente efficaci. Tablet, smartphone, e-book sono l’altra faccia della stessa medaglia: una scuola connessa è una scuola immersa nel presente, che fa della condivisione della conoscenza il proprio marchio di fabbrica.

Inoltre, il «pacchetto» che prevede l’inserimento in classe della lavagna interattiva è fortemente personalizzabile e consente l’integrazione con applicativi costantemente in evoluzione. Tra quelli già disponibili, il Samsung Magic IWB I2 fa crescere le possibilità di interazione, in modo che i software di studenti e insegnanti comunichino avendo la lavagna come terreno comune.

Schermata 2016-07-26 alle 19.25.12Il progetto Smart Future

 
Samsung Smart Future è un progetto di corporate citizenship avviato in Italia nel giugno 2013, nato per offrire agli studenti italiani un’istruzione evoluta e allineata agli standard di altri Paesi, aiutandoli ad inserirsi in un contesto internazionale sempre più competitivo.

Il Progetto ha un focus sulle scuole primarie e secondarie di primo grado e mira a evidenziare i benefici della tecnologia nell’ambito dell’educazione, rivoluzionando il vecchio sistema formativo per arrivare ad un nuovo modello di partecipazione e condivisione del sapere.

_DSC7830
Il progetto Samsung Smart Future, ha permesso di realizzare, in tre anni, più di cento classi digitali su tutto il territorio nazionale dotando studenti e insegnanti di prodotti e soluzioni per rendere la scuola più smart.

Grazie alla soluzione Smart School l’insegnante può, ad esempio, caricare sui tablet i contenuti delle lezioni, condividerli con gli studenti, realizzare quiz e sondaggi per verificare la comprensione degli alunni, il tutto sotto costante controllo dell’insegnante.

Il segni del sapere si scrivono in digitale

Condividi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Per maggiori informazioni, siamo a tua disposizione: contattaci

IN BREVE

CATEGORIA SMART

Smart Living

TECNOLOGIA

Rete, software, cloud

PER CHI

Per le scuole e gli alunni

PER QUALI RIVENDITORI

Per rivenditori diretti alla Pubblica Amministrazione e in particolare nel settore scuola

CONTENUTO SPONSORIZZATO