Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Cloud: nella Smart City le nuvole
non sono soltanto in cielo

beach-with-wifi-accessStacchiamo un secondo, e con l’estate in arrivo ci concediamo un pensiero marino. Per esempio, una spiaggia di Palma di Maiorca. Sabbia, mare, surf, relax. E una connessione wi-fi che copre 5 chilometri di litorale.

Palma è dunque una smart beach. Se ciò è possibile è grazie al cloud: in particolare, la soluzione adottata nell’isola delle Baleari consente, grazie alla «nuvola» di gestire in contemporanea più di 100 hot spot.

Questo è un virtuoso esempio di public cloud, un tipo di servizio di cui tutti possono disporre – gratis o a pagamento – grazie a internet. Per capirci meglio, pensiamo a un servizio come Google Drive.

Una frontiera da inseguire

Nel cloud non c’è crisi: +18% in un anno

Il public cloud è una delle frontiere più promettenti nel business dell’Information Technology: le stime di crescita per il 2016 sono del 27% in più rispetto all’anno precedente, per un valore di 587 milioni di euro. Il public traina l’intero mercato cloud, che è stimato a fine anno a +18%, con valore a 1,77 miliardi di euro.

Cifre incoraggianti, che ci dicono qualcosa in più di un’ottimistica previsione. Quei numeri, infatti, ci spiegano che il public cloud è solo una parte di un ambito in cui esistono soluzioni di tipo diverso. Per esempio, il private e il personal cloud.

Tutto in casa

La sostanza è la stessa: una «nuvola» su cui archiviare tutti i documenti (file, video, audio, foto) che costituiscono la nostra vita digitale.

La differenza è nel dove si trova la nuvola: su server del fornitore del servizio, nel caso del public cloud; su quelli di casa propria, nel caso del private.

I server cambiano sede, e si spostano dalle stanze dedicate nelle grandi aziende ai locali domestici. Come accade per le soluzioni offerte da WD.

Keyword: cloud

 

Il termine corretto è cloud computing, ma per tutti è ormai soltanto il cloud.

Tecnicamente è un un paradigma di erogazione di risorse informatiche.

In termini più semplici, il cloud indica uno spazio molto (molto!) ampio sul quale archiviare dati, elaborarli o trasmetterli, disponibili on demand attraverso Internet.


MyCloud_MyCloudMirror2 Arrivano i NAS!

Quando si sente parlare di Nas vengono in mente i controlli sanitari nei ristoranti o presso le aziende alimentari.

In questo caso non c’è nulla di tanto preoccupante: NAS è l’acronimo di Network Attached Storage, un dispositivo a uno o più alloggiamenti per l’archiviazione dei contenuti digitali.

Nel caso di WD, i NAS sono quelli della serie My Cloud: 6 prodotti (My Cloud e My Cloud Mirror, Ex2 Ultra, Ex4100, DL2100, DL4100) dotati di spazi di storage da 2 a 32 TB, garantiti dagli Hard Disk WD Red.

Ma cosa fa un NAS?


In sostanza, un NAS WD fa quattro cose:

 

In primo luogo, salva e ed effettua il backup di foto, video e musica centralizzando il tutto in un unico archivio sicuro.

Poi permette l’accesso ai contenuti multimediali e la loro condivisione attraverso due strumenti: l’app gratuita My Cloud (per mobile) e l’accesso via web a MyCloud.com.

Quindi, consente di trasmettere in streaming contenuti HD a lettori multimediali, Smart TV e console di gioco.

Infine, sincronizza automaticamente i file su tutti i computer e i dispositivi presenti in casa, in modo che si possa accedere ai contenuti aggiornati in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo ci si trovi.

wdfMyCloud_EX2UltraIl profilo più personale possibile

Private cloud non significa chiusura al mondo esterno. Se uno dei plus della smart city è avere una «chance tecnologica» ovunque ci si trovi, è naturale che un sistema aperto all’accesso ai dati in ogni situazione si apra alla compatibilità con una serie di strumenti e di app.

Così MyCloud si può personalizzare con applicazioni diffusissime, quali Dropbox o Amazon Web Services; con Plex per l’organizzazione del materiale da entertainment (foto, video, musica), con Acronis per il backup. E con altre app per funzioni come la videosorveglianza, il controllo domestico, fino ad arrivare alla gestione dei documenti aziendali.


Quanto spazio c’è in casa tua per una nuvola?

Condividi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Per maggiori informazioni, siamo a tua disposizione: contattaci

IN BREVE

CATEGORIA SMART

Smart Living

TECNOLOGIA

Cloud, reti, app

DOVE ACQUISTARE LA SOLUZIONE

Sei un rivenditore di informatica?
Acquista la soluzione WD sulla piattaforma e-commerce Tech Data.

Se sei un utente finale,
visita il sito dedicato a WD o rivolgiti al tuo rivenditore di fiducia.

PER CHI

Per i cittadini

PER QUALI RIVENDITORI

Per rivenditori diretti agli utenti finali

 DOVE NELLA CITTA’

 Casa

CONTENUTO SPONSORIZZATO