Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Mediclinic, Openview, Schneider Electric:
quando la sanità nasce dalla tecnologia

 

sala_operatoriaImmaginate una clinica i cui pavimenti sono in materiale antibatterico. O in cui i problemi della colonna vertebrale siano studiati con una tecnologia a radiazioni zero. O dotata di piscine e palestre per le sedute di riabilitazione.

O ancora, dove sia possibile concentrare nello spazio di un mattino esami per i quali sarebbero necessari mesi di passaggi tra medico di base e specialista.

Immaginatela, ma non pensate sia un sogno. È semplicemente una smart clinic, reale e attiva a Pozzonovo, in provincia di Padova.

Si chiama Mediclinic, e basa la propria attività sul dovere di innovare e utilizzare le soluzioni più avanzate proposte dal mondo Ict. Una storia a sé nel panorama ospedaliero nazionale; una storia da raccontare.

 

Alla base, la tecnologia

Il paziente affronta terapie e interventi con la massima serenità

Ogni investimento per dare vita a Mediclinic è stato guidato da un comandamento: privilegiare le componenti di innovazione e di eccellenza tecnologica. L’infrastruttura IT è diventata quindi una priorità, e per realizzarla è stata chiesto l’intervento di Openview, azienda ferrarese specializzata in consulenza tecnologica per strutture sanitarie.

Dimitrios Kontothanassis

In tempi stretti e partendo da zero, Openview ha messo a punto una piattaforma di erogazione dei servizi completamente digitale e basata su infrastrutture di rete attive a 360 gradi: per esempio, i sistemi di building automation forniscono le soluzioni per il controllo climatico, l’illuminazione e controllo degli accessi.

«L’elemento più innovativo della struttura è il suo backbone informatico ed elettronico, che permette il trasporto sicuro delle informazioni per velocizzare e semplificare i processi», ha detto Dimitrios Kontothanassis, direttore sanitario di Mediclinic. «Le tecnologie diagnostiche e quelle presenti nelle moderne sale operatorie migliorano l’impatto delle prestazioni sanitarie sulla vita del paziente, che può così affrontare terapie e interventi chirurgici con la massima serenità».

Alla base dell’infrastruttura lavora un Data Center a elevate prestazioni; gli apparati di contenimento, condizionamento, monitoraggio e approvvigionamento elettrico sono realizzati da Schneider Electric (e forniti da Lan & Wan Solutions).

All’occhio la visione d’insieme

Sistemi, tecnologie, modi di operare: ci vuole una gestione comune

marco-cappellini«Molte strutture sanitarie, anche di recente concezione, corrono il rischio di dotarsi di strumenti e software eterogenei senza una visione d’insieme a monte che ne consenta l’integrazione in un unico ambiente centralizzato», ha dichiarato Marco Cappellini, project manager di Openview.

«Ciò genera già nel medio termine un proliferare di sistemi, tecnologie e modi di operare diversi tra di loro che risultano poi inefficaci per gli operatori, che si trovano a dover gestire tecnologie con logiche diverse; per non parlare dei costi per consentire la loro interconnessione a posteriori».

L’obiettivo primario è diventato quindi la creazione di una spina dorsale comune a tutti i dispositivi da implementare e da questi condivisa, così da farne il cardine intorno al quale far orbitare tutta l’infrastruttura.

Al cuore, il Data Center
e le soluzioni Schneider Electric

 

La visione d’insieme ha guidato la selezione delle tecnologie offerte per la scelta del Data Center. Openview ha preferito Schneider Electric perché, come ha sottolineato Cappellini, «si tratta di una soluzione completa che ci ha convinto soprattutto per gli aspetti di monitoraggio, di gestione e di ottimizzazione energetica, tutte tematiche che in Mediclinic sono portate all’estremo».

InfraStruxure_Schneider ElectricA cominciare dagli armadi in cui inserire le apparecchiature, dettaglio apparentemente secondario. «Ci serviva una soluzione efficace per mantenere il cablaggio in modo ordinato», ha chiarito Cappellini. «Verso il Data Center convergono centinaia di collegamenti, tra rete e dispositivi elettromedicali. È fondamentale evitare il rischio di errore che solo un approccio metodico al cablaggio può garantire, in modo da non confondere in caso di necessità un cavo di un qualsiasi pc rispetto a quello di un’apparecchiatura in uso nel corso di un trattamento».

La scelta è caduta su InfraStruxure, la soluzione che include armadi di contenimento dotati di facilitazioni per il networking e la gestione della distribuzione efficaci. Inoltre, pur avendo a disposizione un sistema di refrigerazione dell’edificio molto potente, Openview ha preferito dotare il Data Center di un sistema autonomo, per garantire il servizio a prescindere dal resto della clinica.
«Molte risorse, anche in termini di manutenzione, sono spesso rivolte alla climatizzazione degli ambienti in cui sono inclusi apparati a forte emissione di calore, tanto da causare forti criticità se la progettazione del Data Center viene svolta in modo superficiale», ha aggiunto sempre Cappellini. «La progettazione di strutture sanitarie implica una complessità intrinseca che rende il tutto molto più articolato».

Gli armadi sono stati quindi predisposti con dispositivi di raffreddamento in linea (InRow) che permettono di concentrare l’effetto climatizzante nei punti in cui occorre tenere sotto controllo la temperatura e consentono l’ottimizzazione del flusso d’aria nelle zone a maggior necessità di condizionamento.

Mai senza continuità

Symmetra_Schneider ElectricÈ noto a tutti: in un ospedale non può mancare la corrente. Ne va della vita dei pazienti. La garanzia di continuità elettrica, in questo caso, è data da Symmetra, soluzione che garantisce ridondanza 2N a tutta la clinica.
Ad essa è stato aggiunto un ulteriore gruppo di continuità per il solo Data Center, per dare maggiore ridondanza sia agli armadi periferici che agli apparati della sala server.

Il Data Center, infatti, deve essere sempre disponibile: fornisce i servizi di networking, videosorveglianza, telefonia, wireless e tutta la componente di informatica medicale, oltre alle cartelle cliniche e ai dati dei pazienti.

Visibilità massima su ogni aspetto

Two Physicians Examining X-rays Together --- Image by © Randy Faris/CorbisChiude il quadro del progetto StruxureWare for Data Center, il software di monitoraggio Schneider Electric. «È una soluzione che ci consente la visibilità totale dello stato del sistema e di anticipare l’eventuale decorso di un problema insorgente», ha concluso Cappellini.

Tramite StruxureWare, sensori installati nel Data Center controllano la temperatura e scambiano informazioni con i sistemi di domotica e i dispositivi anti-incendio, da cui dipende una procedura automatica di spegnimento dei dispositivi che ha il compito di preservare l’integrità dei dati.


Risultato: Mediclinic ha oggi a disposizione una sala comandi da cui gestire ogni minimo aspetto dell’infrastruttura, garantendo sicurezza e benessere ai pazienti.

Curarsi sarà una passeggiata… di salute!

Condividi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Per maggiori informazioni, siamo a tua disposizione: contattaci

IN BREVE

CATEGORIA SMART

Smart Living

TECNOLOGIA

Hardware, software, Wi-Fi, reti

DOVE ACQUISTARE LA SOLUZIONE

Sei un rivenditore di informatica?
Acquista la soluzione Schneider Electric sulla piattaforma e-commerce Tech Data.

Se sei un utente finale,
visita il sito Schneider Electric o rivolgiti al tuo rivenditore di fiducia.

PER CHI

Per rivenditori diretti ad aziende sanitarie, cliniche, ospedali

PER QUALI RIVENDITORI

Per rivenditori diretti agli utenti finali e alle scuole

DOVE NELLA CITTA’

 Ospedale

CONTENUTO SPONSORIZZATO