Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

HOSTESS VIRTUALE
Ecco come Epson e Gruppo DSE cambiano la comunicazione al cliente

Se preferite l’italiano potete chiamarla «segnaletica digitale», ma sappiate che per tutti è digital signage. E cioè, una frontiera sempre più battuta della comunicazione digitale, perfetta per ridurre l’ingombro, i costi di produzione e di smaltimento di volantini e carte varie. Cosa che l’ecosistema di una smart city gradisce molto.

Abbiamo detto ridurre, ma la parola giusta è abbattere. Digital signage, infatti, è il risultato dell’azione di un monitor (o videoproiettore) e di un dispositivo che trasmetta a un supporto video dei contenuti grafici. Così si dà vita a diversi sistemi di comunicazione: video, schermate grafiche, flusso di informazioni raccolte dal web via feed RSS, applicazioni touchscreen.

Un dinamismo proficuo

Il digital signage consente alle aziende e alle amministrazioni pubbliche di cambiare radicalmente la propria comunicazione.
Promozioni, eventi, informazioni su prodotti, tutto può essere trasmesso in modo più diretto ed efficace e, come abbiamo visto, economico.

Inoltre, il digital signage può stimolare la fantasia dei creativi, chiamati a modulare il messaggio su mezzi di diffusione fino a qualche anno fa impensabili.

Come quello nato da una collaborazione tra il Gruppo DSE ed Epson.

L’hostess secondo Epson

Immaginate di entrare in un ufficio postale, o in una fiera, o nella hall di una grande azienda. Davanti a voi si staglia la figura di una bella ragazza (o, perché no?, di un bel ragazzo). Vi saluta, e risponde gentilmente alle vostre domande e vi dà le indicazioni che chiedete.

Immaginate anche che quella figura così  gentile abbia le sembianze di un personaggio noto, o di un cartone animato, con cui comunicare direttamente e da cui sapere ciò di cui si ha bisogno in quell’istante.

Bene, avete appena immaginato la hostess virtuale.

epson-videoproiettore-ottica-cortaDifficile che passi inosservata…

Il video all’inizio dell’articolo mostra nel dettaglio come funzioni l’hostess virtuale. A noi spetta aggiungere che è realizzata e prodotta da GruppoDSE in collaborazione con Epson.

La postazione in cui l’hostess prende vita è costituita da un videoproiettore – Epson, appunto: EB-595Wi a ottica corta (V11H599040) – incaricato di proiettare l’immagine su un’apposita sagoma.

È difficile che chi la guardi ne resti indifferente; dopotutto, uno degli obiettivi di questa soluzione è proprio catturare l’attenzione delle persone per ottimizzare l’esito di campagne promozionali, di lanci di nuovi prodotti e in generale della diffusione di informazioni.

Parte integrante dell’evoluzione del digital signage è l’interattività. Per questo GruppoDSE sviluppa di continuo i «talenti» della Hostess Virtuale: grazie all’adozione di un tablet integrato si possono aggiornare le informazioni da comunicare. La hostess può interagire con il pubblico, e il suo «bouquet» di effetti speciali e visualizzazione in 3D fa sì che il dialogo sia il più naturale e spontaneo possibile.


3 motivi per «assumere» l’hostess virtuale?

 

_Sme San DonÖ di Piave 1Viviamo in un’epoca in cui la comunicazione ha un ruolo centrale, sia per portare a sé nuovi clienti sia per dare loro informazioni precise e puntuali, che li aiutino a farsi strada nella confusione creata dalla valanga di messaggi che si riceve ogni giorno.

La precisione del messaggio è dunque uno dei motivi per i quali uffici pubblici o privati, fiere o centri congressi potrebbero «assumere» una hostess come questa.

Altre due ragioni riguardano i vendor e i rivenditori. I primi possono fruire di un mezzo di comunicazione sicuramente più immediato e vicino ai propri clienti, capace di un impatto sicuro e allo stesso tempo innovativo.

Quanto ai rivenditori, soprattutto chi è nel campo della tecnologia può contare su un mezzo di comunicazione digitale che esprima, come abbiamo detto, un alto tasso di innovazione. Indipendentemente dal comparto, infine, la hostess virtuale è uno strumento aggiornabile in modo semplice con tutte le nuove informazioni che si vogliono dare ai clienti.

E tu,
come vorresti l’hostess virtuale

nel tuo punto vendita?

Condividi

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Per maggiori informazioni, siamo a tua disposizione: contattaci

IN BREVE

 

CATEGORIA SMART

Smart Living

TECNOLOGIA

Digital signage

DOVE ACQUISTARE LA SOLUZIONE

Sei un rivenditore di informatica?
Acquista la soluzione Epson sulla piattaforma e-commerce Tech Data.

Se sei un utente finale,
visita il sito Epson o rivolgiti al tuo rivenditore di fiducia.


PER CHI

Per le imprese, le PMI, la Pubblica Amministrazione

PER QUALI RIVENDITORI

Per rivenditori diretti alla Pubblica Amministrazione, alle grandi imprese, alle PMI

DOVE NELLA CITTA’

P.A. smart-city smart-city Ospedale

CONTENUTO SPONSORIZZATO